Redazione

Ultimi articoli a cura di: Redazione
Gestione professione e software - non solo

Cumulo contributivo gratis anche per i professionisti

Finalmente anche per i professionisti sarà possibile il “cumulo” gratuito dei versamenti contributivi effettuati in due o più gestioni previdenziali, ai fini del conseguimento di una pensione ”unica”. A stabilirlo è la legge di Bilancio 2017 che, a decorrere dal 1/1/2017, estende tale facoltà (esclusa fino al 31/12/216) anche ai professionisti iscritti alle casse private e privatizzate di cui al D.Lgs. 509/1994 e al D.Lgs. 103/1996 (ossia le casse previdenziali di commercialisti, avvocati, consulenti del lavoro, geometri, ecc.). Sul punto l’Inps, in una scheda relativa alle novità della Legge 232/2016 pubblicata di recente sul proprio sito internet, fa presente che si può chiedere il “cumulo” anche nel caso in cui si stia già pagando la ricongiunzione (quella “onerosa” di cui alla L. 29/1979) e chiedere la restituzione di quanto già versato. Tuttavia, precisa l’istituto, ciò sarà possibile…

Continua a leggere...
Gestione professione e software - non solo

Quando l’autonoma organizzazione è un retaggio dimensionale

Nell’attesa di un intervento del Legislatore che formalizzi i requisiti materiali nei quali si rinvenga l’esistenza o l’assenza della autonoma organizzazione che impone il pagamento dell’IRAP, ci si deve ancora “arrabattare” con casistiche particolari che rischiano di offuscare l’idea dell’Agenzia. Nel frattempo, dunque, bisogna continuare ad applicare i principi generali più volte ribaditi dalla Cassazione. Spesso, infatti, sussiste una presunzione di presenza di soggettività IRAP ogni volta in cui il lavoratore autonomo (o piccolo imprenditore) riesca a produrre ampi volumi di compensi (o ricavi); in modo altrettanto frequente, si ritiene presente l’organizzazione quando l’apporto del lavoro di terzi assume la rilevanza di pagamento di compensi con fattura. Su questi temi, segnaliamo il rilascio da parte della Suprema Corte della sentenza n. 20610 del 12 ottobre scorso. Conviene premettere che, secondo il consolidato indirizzo della…

Continua a leggere...
impresa

Compensi amministratori sproporzionati e sindacato del Fisco

La Cassazione, con sentenza 24379 dello scorso 30.11.2016, torna sulla tormentata vicenda della possibilità, per l’Amministrazione finanziaria, di sindacare l’ammontare del compenso amministratori, disconoscendone (in tutto o in parte) la deducibilità, ove ritenuto sproporzionato. La tematica è specificamente riferita al compenso, ma può essere tranquillamente estesa anche ad altri componenti negativi, secondo un più ampio ragionamento: l’inerenza di un costo, va valutata esclusivamente sotto l’aspetto qualitativo oppure quantitativo? Ed ancora, ove si condividesse il secondo approccio, il sindacato del Fisco può, di fatto, sconfinare in una sorta di intromissione nelle scelte gestionali dell’impresa? Accenniamo subito al fatto che la Suprema Corte, nella citata pronuncia, accoglie il ricorso dell’Agenzia delle entrate che aveva censurato la deducibilità di un compenso amministratore di una società, per il semplice fatto che (nell’annualità interessata) lo…

Continua a leggere...
famiglia

Assegni di mantenimento: problemi tra netto e lordo

Sovente, in occasione delle separazioni tra coniugi, viene previsto l’obbligo di corrispondere (dall’uno all’altro) un determinato “assegno” con finalità specifica di mantenimento del beneficiario, diversa ed autonoma rispetto all’eventuale assegno per il mantenimento dei figli. Tale situazione determina spesso problemi di natura tributaria: in capo al soggetto erogante, al fine di determinare la corretta misura dell’onere ammesso in deduzione dal reddito imponibile (secondo il criterio di cassa); in capo al soggetto beneficiario, al fine di determinare la corretta misura dell’imponibile del reddito (assimilato a quello di lavoro dipendente) da tassare secondo il criterio di cassa. In linea di principio non sembrano esserci delle grandi difficoltà, infatti: entrambe le somme rilevano con il criterio di cassa, quindi non sussistono in astratto disallineamenti tra i due momenti, tranne per ipotesi di erogazioni poste…

Continua a leggere...
gestione_professione_software

La previdenza integrativa complementare

  Con la previdenza complementare integrativa c’è l’indiscusso beneficio della deducibilità delle somme versate ma entro il limite di 5.164,57 euro. Il limite non esiste solo per i versamenti, obbligatori e volontari, verso l’ente pubblico di appartenenza (INPS o casse). In pratica si versa la somma alla previdenza integrativa, ma si recupera una parte (a seconda dell’aliquota fiscale di appartenenza) deducendola dal reddito imponibile: di fatto escono di tasca circa 3.000 euro effettivi, per un’aliquota media, invece dei 5.164,57. Attenzione però: se la gestione dei fondi non è buona o i costi sono troppo alti si rischia di consumare tutto il vantaggio fiscale. Altro vantaggio fiscale è l’imposta, sia sui rendimenti, 11% sul capital gain contro il 26% generale sulle rendite finanziarie (esclusi solo i…

Continua a leggere...
famiglia

Assegni di mantenimento: problemi tra netto e lordo

  Sovente, in occasione delle separazioni tra coniugi, viene previsto l’obbligo di corrispondere (dall’uno all’altro) un determinato “assegno” con finalità specifica di mantenimento del beneficiario, diversa ed autonoma rispetto all’eventuale assegno per il mantenimento dei figli. Tale situazione determina spesso problemi di natura tributaria: in capo al soggetto erogante, al fine di determinare la corretta misura dell’onere ammesso in deduzione dal reddito imponibile (secondo il criterio di cassa); in capo al soggetto beneficiario, al fine di determinare la corretta misura dell’imponibile del reddito (assimilato a quello di lavoro dipendente) da tassare secondo il criterio di cassa. In linea di principio non sembrano esserci delle grandi difficoltà, infatti: entrambe le somme rilevano con il criterio di cassa, quindi non sussistono in astratto disallineamenti tra i due momenti, tranne per ipotesi di erogazioni…

Continua a leggere...
Gestione professione e software - non solo

TeamSystem Legal Assistant: un archivio completo di normativa, giurisprudenza e prassi per la redazione di qualsiasi documento legale

Lo spettro di competenze necessarie all’attività dell’Avvocato è molto vasto e anche quando si è specializzati in una o più materie, la conoscenza non finisce mai…. Tanto che si vorrebbe avere un supporto anche per la stessa redazione di atti e di documenti. TeamSystem Legal Assistant è un aiutante infaticabile per la veloce, professionale e corretta redazione di documenti legali. Non stravolge la modalità con la quale vengono redatti i testi e non è un nuovo ed ulteriore editor….è piuttosto un sistema per integrare il proprio programma di Word con competenze giuridiche, linguistiche e tecniche. Ed è totalmente integrato con il ben noto Microsoft Word. La raccolta messa a disposizione da Legal Assistant si compone di: Normativa statale completa dal…

Continua a leggere...
gestione_professione_software

La Cassa Forense rimborsa l’acquisto di nuovi strumenti informatici

Nuovo bando indetto dalla cassa forense per il rimborso per acquisto di nuovi strumenti informatici: gli avvocati che nel corso del 2016 hanno affrontato spese per l’aggiornamento tecnologico e per l’acquisto di nuovi strumenti informatici potranno richiedere il rimborso del 50% del costo sostenuto fino ad un massimo di 1500€ Per maggiori informazioni visita il sito www.cassaforense.it

Continua a leggere...
gestione_professione_software

Legal Assistant: uno strumento semplice per redigere documenti

Una delle attività che impegna maggiormente lo Studio è la predisposizione di documenti quali atti, ricorsi, pareri, perizie, circolari per la clientela. In tali documenti sono contenuti riferimenti alla normativa, alla prassi o alla giurisprudenza e la loro ricerca ed inserimento nei testi può richiedere molto tempo. Teamsystem Legal Assistant aggiunge a Microsoft Word una banca dati di normativa, giurisprudenza e prassi aggiornata quotidianamente che permette di ridurre il tempo impiegato in quest’attività, eliminando i margini di errore e garantendo il continuo aggiornamento dei riferimenti citati, oltre a funzionalità professionali di supporto e controllo alle attività di redazione documentale. Funzionalità: Ricerca della normativa, prassi e giurisprudenza che si intende citare, o semplicemente consultare, a partire dal documento di Word, con…

Continua a leggere...
Gestione professione e software - non solo

Architetture cloud: a ciascuno la sua

Uno studio professionale che decida di affidarsi al cloud può scegliere tra varie opzioni a seconda dei vincoli di spesa e dei vantaggi che vuole ottenere. Sebbene si parli genericamente di cloud, esistono tre diversi modelli di distribuzione del cloud – pubblico, privato e ibrido – cui corrispondono altrettante architetture. In sintesi, in un cloud pubblico l’infrastruttura, la piattaforma e le applicazioni sono di proprietà di chi fornisce il servizio e vengono condivise con più clienti. In un cloud privato vengono mantenuti i servizi e le infrastrutture su una rete non condivisa ma chi lo adotta deve necessariamente acquistare e manutenere tutto il software e le infrastrutture necessari. Una configurazione di cloud ibrido risulta la soluzione più indicata per chi…

Continua a leggere...

Fattura Elettronica Avvocati

La Fatturazione Elettronica non è soltanto un obbligo: porta con sé una serie di vantaggi per tutti i soggetti coinvolti. E’ un driver di innovazione importante in quanto accelera l’informatizzazione dei processi, consente di risparmiare costi operativi e di struttura e di lavorare in modo più rapido e produttivo. Fattura Elettronica Avvocati di TeamSystem Legal permette di assolvere all’obbligo – introdotto dall’art. 1, commi da 209 a 214, della legge n.244 del 24 dicembre 2007 (legge finanziaria 2008) – della emissione, trasmissione, conservazione e archiviazione esclusivamente in forma elettronica delle fatture emesse nei rapporti con la Pubblica Amministrazione. L’obbligo è effettivo dal 6 giugno 2014 per Ministeri, Agenzie Fiscali, Tribunali ed Enti Nazionali di Previdenza e, dal 31 marzo 2015,…

Continua a leggere...

Software fatturazione elettronica: come sceglierlo

L’obbligo di emettere e trasmettere una fattura elettronica nei confronti delle Amministrazioni Pubbliche introdotta dalla Legge finanziaria 2008 e la possibilità di estendere questa procedura anche tra privati, su base volontaria dal prossimo anno, ha portato le maggiori software house a proporre soluzioni e servizi diversificati, tra cui è difficile scegliere la proposta migliore. La fattura elettronica è un file strutturato in formato XML che segue un flusso elettronico di emissione e trasmissione e che si chiude con la Conservazione Digitale per l’esibizione fiscale e tributaria nel tempo. Innanzitutto è bene decidere se scegliere un servizio e delegare completamente l’attività ad un provider oppure se affidarsi ad un software per la fatturazione elettronica per gestire in proprio tutti i passaggi…

Continua a leggere...

Conservazione digitale: strumenti, soggetti e servizi per gestirla

La conservazione digitale è un processo normato che consente di garantire autenticità, integrità, affidabilità, leggibilità e reperibilità dei documenti nel tempo. Applicando la normativa di conservazione digitale si è in grado di sostituire l’originalità del cartaceo in documento digitale, mentre per i documenti elettronici è l’unico procedimento adatto per la loro conservazione ed esibizione nel tempo. Attraverso quali strumenti? La firma digitale rende autentico e immodificabile un documento informatico, mentre la  marca temporale permette di datare in modo certo il documento digitale prodotto. I punti chiave della normativa Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 23/01/04 (G.U. n.27 del 3/2/2004) sulla conservazione digitale dei documenti fiscalmente rilevanti regolamenta la Conservazione Digitale La circolare esplicativa dell’Agenzia delle Entrate n….

Continua a leggere...

Conservazione digitale: le nuove regole e le nuove opportunità

Diciamolo: sono poche le occasioni in cui un nuovo obbligo di legge può tradursi in un vantaggio! La fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica amministrazione e, in prospettiva, quella tra privati (anche se non si parla di obbligo, bensì di incentivo) rappresenta uno di questi casi. Soprattutto per chi  punta ad ottenere in tempi rapidi benefici organizzativi ed economici. Il vostro studio appartiene a questa categoria? Bene, ecco in breve alcuni elementi da considerare nel momento in cui si valutano gli aspetti più operativi che riguardano la digitalizzazione dei documenti. LE NUOVE REGOLE In un’escalation promossa dall’Agenzia per l’Agenda digitale, la graduale entrata in vigore delle regole che incentivano la dematerializzazione dei documenti è iniziata il 6 giugno 2014, quando…

Continua a leggere...

Delegato nelle vendite immobiliari

Il Master ha come obiettivo specializzare il professionista che intende svolgere l’attività di delegato nelle vendite immobiliari alla luce anche della Riforma ex L.119/2016 che ha inciso sul tema. Il numero crescente di espropriazioni forzate che si sono registrate negli ultimi anni ha aumentato di fatto la richiesta da parte dei Tribunali di avvalersi di figure sempre più competenti e preparate. Verranno quindi analizzate con taglio operativo: le modalità di conservazione e gestione del bene pignorato tutte le fasi della procedura di vendita  e i controlli da eseguire sul fascicolo delle esecuzioni che il professionista deve seguire gli adempimenti richiesti, nonché le problematiche che più spesso si riscontrano nella pratica professionale nella redazione del decreto di trasferimento e nel progetto di distribuzione Durante il Master verranno utilizzati fac-simili e…

Continua a leggere...

Un approccio diretto alla gestione dei crediti incagliati

Aziende strutturate, holding ma anche enti e municipalizzate possono decidere di occuparsi direttamente di clienti e debitori insolventi. Si tratta di un’attività meticolosa che spesso ha ripercussioni giuridiche, oltre che finanziarie e amministrative. A titolo di esempio, l’ufficio recupero crediti di un’azienda deve gestire lo scadenziario dei pagamenti,  contattare telefonicamente e per iscritto i clienti insolventi, predisporre i decreti ingiuntivi, redigere report per controllare l’esposizione creditizia dell’azienda, gestire contatti con il customer service per la risoluzione delle problematiche riscontrate dalla clientela, inserire e manutenere anagrafiche clienti con i relativi termini di pagamento. Una mole di lavoro che spesso viene gestita con il supporto di studi legali esterni, tanto più quando è necessario procedere per via giudiziale. In questo caso, una…

Continua a leggere...

Come gestire al meglio il recupero dei crediti incagliati o in sofferenza

I crediti incagliati riguardano soggetti in una situazione di temporanea difficoltà finanziaria; i crediti in sofferenza invece (bad debts in inglese), sono quelli la cui riscossione non è certa, sia per la scadenza che per ammontare; quelli, cioè, che una società vanta verso soggetti che si trovano in stato di insolvenza. Uffici e studi legali si occupano molto spesso del recupero di tali crediti, propri o della propria clientela. La numerosità delle attività da gestire in quest’ambito e lo scadimento, purtroppo, dei crediti stessi, obbligano a cercare soluzioni per standardizzare il modo di operare e gestire al meglio le fasi del lavoro. Le esigenze sono molteplici ma l’attività si può riepilogare in alcuni passaggi chiave: – raccolta di tutti i…

Continua a leggere...

EASYLEX ed EASYSLEX CLOUD: depositare gli atti con facilità

Con EASYLEX ed EASYLEX CLOUD è possibile depositare telematicamente tutti i documenti per i quali è previsto l’obbligo. La facilità con cui entrambi i gestionali permettono di reperire i dati, i documenti e, quindi, creare la busta per l’invio telematico degli atti, distingue EASYLEX ed EASYLEX CLOUD dagli altri software per l’ufficio legale presenti sul mercato. Le PRATICHE di EASYLEX ed EASYLEX CLOUD sono l’ossatura del sistema ed una guida importante nello svolgimento di tutte le attività: circa 250 attività predefinite, indicate come Standard, e relative Procedure, ovvero sequenze di attività, richiedono l’inserimento di determinati dati e documenti e non lasciano nulla al caso. Nel momento in cui è necessario creare una busta d’invio telematico, i dati risultano già “a…

Continua a leggere...

EASYLEX e i vantaggi per il PROCESSO CIVILE TELEMATICO

Una ricerca del Politecnico di Milano realizzata tra il 2014 e il 2015, quando il PCT era ancora una novità, svelava che il 47% di Avvocati e Professionisti percepiva nel PCT un significativo risparmio di tempo, mentre il 25% ravvisava ancora un beneficio modesto. Il PCT era utilizzato prevalentemente per la Consultazione dei Fascicoli e per il Deposito degli Atti. Non tutti i professionisti erano già attrezzati per il nuovo adempimento. Nel frattempo sono intervenuti miglioramenti tecnici su tutti i fronti e alcune abitudini del passato sono state superate. Secondo i dati più recenti del Ministero della Giustizia, nel solo periodo febbraio 2015 – gennaio 2016, sono stati effettuati ben 6.552.548 atti di deposito da parte dell’utenza, con un 65%…

Continua a leggere...

Agenda: il cuore operativo dello studio legale

L’Agenda è da sempre lo strumento fondamentale per la pianificazione delle attività all’interno di uno studio legale: ciò appare ovvio all’avvocato e ai suoi collaboratori il cui lavoro si snoda in una successione di operazioni e formalità da espletare in tempi ben precisi (pensiamo alla presentazione di determinati documenti o alla presenza alle udienze in Tribunale), ma non è nella logica dei gestionali classici per gli studi legali, in cui è quasi sempre l’Anagrafica a fare da asse portante. I software EASYLEX ed EASYLEX Cloud di TeamSystem mettono invece l’Agenda al centro del sistema, con notevole valore aggiunto in termini di controllo ed efficienza. Il collegamento con pratiche, contatti, documenti, risorse e l’attivazione di workflow e procedure, permette di svolgere…

Continua a leggere...

Esperienziale: una modalità innovativa e coinvolgente di fare formazione

  Il professionista moderno è una figura che deve interagire in un ambiente dinamico ed evoluto, in cui la velocità di esecuzione, nonché gli input che pervengono, si sono sviluppati in maniera più che esponenziale rispetto a quanto, di norma, l’uomo moderno, in ragione delle sue esperienze, è abituato a recepire. Questo è dovuto a una sempre maggior multifunzionalità del professionista. In questo contesto assumono sempre maggior rilevanza e preminenza le caratteristiche proprie del professionista, intese non quali bagaglio e competenze professionali, requisiti che si riconoscono di default, bensì caratteriali intese quali problem solving nonché velocità di reazione. Nella pratica quotidiana, tuttavia, tali requisiti non si possono, salvo casi rari, possedere in quanto tali, bensì si acquisiscono attraverso l’esperienza. Ecco…

Continua a leggere...

La possibilità di avere le funzionalità del software sempre a disposizione è un grande vantaggio offerto da EASYLEX App per il lavoro in mobilità

La nuova App di Easylex consente di lavorare con agenda, contatti, documenti, anche mentre si è fuori ufficio, ottimizzando il tempo speso in trasferte e spostamenti o impiegato in attività di consulenza e aggiornamento. Una volta effettuata la prima sincronizzazione si avrà la possibilità di lavorare ovunque ci si trovi, anche in assenza di una connessione, potendo interagire su agenda e contatti, per poi sincronizzarli in un secondo momento. Inoltre consente di disporre dell’agenda, della rubrica di studio e dei documenti anche in mobilità. I dati sono sincronizzati sul dispositivo ed è possibile lavorare sia in presenza che in assenza di copertura internet. In presenza di connessione i documenti di studio possono essere scaricati sul dispositivo e visualizzati in anteprima…

Continua a leggere...

Il CLOUD: se sotto la nuvola c’è uno studio professionale

  Il cloud non è questione meramente tecnologica, anzi. Il passaggio alle “nuvole” porta con sé l’adozione di nuovi modelli lavorativi caratterizzati, in primo luogo, dalla flessibilità. Il professionista, sempre più spesso attivo al di fuori dello studio nelle aule del Tribunale o per attività di consulenza svolte presso il Cliente, si trasforma in “mobile worker” e trova nel Cloud, oltre che nel Mobile, nuovi ed efficaci strumenti di lavoro. I dispositivi mobili, portatili, tablet e smartphone, sono entrati ormai a pieno titolo nella prassi quotidiana dei professionisti legali e fanno da acceleratore per una adozione più convinta delle tecnologie e innovazioni digitali. Il Cloud, in particolare per l’Avvocato, significa possibilità di lavorare in ogni situazione e in ogni luogo….

Continua a leggere...

La promessa del cloud

Il professionista di oggi viene costantemente inondato di offerte commerciali che molto spesso promettono risparmi in termini economici ma che nella realtà si rivelano dei veri e propri boomerang da cui diventa anche difficile sganciarsi. Ma non sempre è così, ad esempio, è possibile pagare solo quello che effettivamente si utilizza, quando realmente serve. Questa è la promessa del cloud computing, termine con il quale si identifica una modalità di erogare via internet servizi ICT verso molteplici dispositivi, partendo da risorse preesistenti e configurabili. Come già accade per i servizi di base, come acqua, gas e luce, così anche per quelli Ict, personali, professionali o aziendali, è possibile corrispondere una tariffa a consumo a uno o più fornitori non solo…

Continua a leggere...

EASYLEX per una gestione efficiente dello studio legale

In un mercato sempre più concorrenziale l’eccellenza rappresenta uno dei punti di forza di ogni studio professionale. Eccellenza non significa solamente professionalità e competenza ma anche efficienza, tempestività e controllo.  Ecco che allora diventa necessario appoggiare l’attività di studio a un gestionale che  offra una molteplicità di funzioni e non abbia solo il ruolo di scadenziario “informatico” o sostituto di  funzioni prettamente manuali. Il gestionale, o per meglio dire un buon gestionale, deve  poter fornire al professionista, in maniera sintetica e aggregata ma al contempo semplice, informazioni che diano il “polso della situazione” dell’attività.  Inoltre, l’evoluzione delle professioni intellettuali fa sì che i professionisti moderni debbano essere veri e propri “capitani” di azienda, in quanto le competenze richieste dalla materia…

Continua a leggere...

Sequestro giudiziario e conservativo

Il seminario ha lo scopo di analizzare ed esaminare, sotto un profilo pratico, le problematiche e gli aspetti processuali dell’istituto del sequestro conservativo e giudiziario fornendo all’utente gli strumenti per poter essere in grado di risolvere i principali casi operativi che si troveranno ad affrontare durante l’esercizio della professione. Docente del seminario sarà il Professor Massimo Montanari, Professore ordinario di Diritto processuale civile presso l’Università di Parma, e sarà così articolato: Il sequestro giudiziario: applicazione e casi operativi Gli elementi costitutivi del sequestro giudiziario Sequestro giudiziario di beni: domanda introduttiva e procedimento Il ricorso al sequestro giudiziario: casi pratici –   il sequestro di azienda ed il particolare rapporto di “residualità invertita” col provvedimento d’urgenza –   sequestro giudiziario e trascrizione della…

Continua a leggere...

Famiglia Internazione: norme applicabili ai procedimenti separativi e ai procedimenti relativi ai minori

Il seminario fornisce il quadro giuridico delle norme da applicare alle unioni tra persone di nazionalità diversa, che consentono di individuare quale sia la legge applicabile e in quale Paese si trovi l’autorità giudiziaria competente a decidere sulle questioni relative ai figli, sugli obblighi alimentari e sullo scioglimento del matrimonio. Conoscere le norme di conflitto e i principi enunciati nei Regolamenti comunitari e nei trattati internazionali è sempre più importante, stante il progressivo incremento del numero delle coppie miste. Docente del seminario sarà l’Avvocato Giuseppina Vassallo, esperto di Diritto di Famiglia, e sarà così articolato: Definizione di coppie internazionali Norme comunitarie e trattati internazionali: il diritto europeo della famiglia Separazione e divorzio di coppie internazionali La disciplina dei rapporti genitoriali:…

Continua a leggere...

Profili operativi sull’organizzazione e sulle azioni da attuare nell’attività di vigilanza del Modello 231

Obiettivo del seminario è quello di fornire ai partecipanti una metodologia operativa su come effettuare il monitoraggio documentale e sulle verifica da adottare in fase di vigilanza sull’attuazione e sulla modifica del Modello  231. Particolare attenzione verrà posta sui flussi informativi dall’OdV e verso l’OdV nonchè sulle modalità di pianificazione e di attuazione degli audit alla luce soprattutto dei recenti orientamenti giurisprudenziali e delle principali best practice utilizzate dagli operatori del settore Docente del seminario sarà il Dott. Antonio Candotti uno dei massimi esperti della materia e sarà così articolato L’ORGANIZZAZIONE DELL’ATTIVITA’ Il Calendario delle attività e delle riunioni  Come impostare il c.d. “Piano di Azione” Pianificazione Caratteristiche del documento e best practice Dichiarazione di compliance al Modello   Verbale…

Continua a leggere...

Filiazione e tutela dei diritti dei conviventi

Per molti anni la nostra politica del diritto si è fondata sulla preminenza della famiglia fondata sul matrimonio, quasi come se la famiglia di fatto, fosse un affare “privato”. Con la legge n. 219/2012 si è posto fine alla distinzione tra figli legittimi e naturali. Tutti i figli hanno lo stesso status giuridico e gli stessi diritti, ma esistono ancora residue differenziazioni di tutela. Il seminario compie un exursus sull’applicazione pratica delle nuove norme e sugli ultimi orientamenti giurisprudenziali. In attesa della legge sulle unioni civili, si procede ad una ricostruzione dei diritti attualmente riconosciuti ai conviventi.   La legge n. 219/2012 e l’unificazione degli stati di filiazione Il riconoscimento del figlio nato da un rapporto di convivenza Il cognome…

Continua a leggere...

Modello 231: tecniche di redazione e revisione del Modello e dei protocolli di prevenzione

Il seminario 231 ha l’obiettivo di specializzare il professionista che intende svolgere attività di consulenza tecnico-giuridica nel settore della responsabilità amministrativa ex D.Lgs. 231/01. A tal fine, dopo aver illustrato brevemente il quadro normativo del D.Lgs. 231, verranno affrontati tutti gli steps della procedura per impostare la costruzione del Modello, nonché le problematiche che più di frequente si riscontrano “sul campo”. Il tutto si svilupperà sulla base di un caso concreto che accompagnerà il professionista in tutte le diverse fasi operative. Un focus verrà dedicato anche alle fattIspecie di reato più diffuse, valutando le ipotesi più frequenti di realizzazione e quindi i relativi protocolli specifici da poter adottare.  ELEMENTI ESSENZIALI DELLA RESPONSABILITA’ UTILI PER LA REDAZIONE DEL MODELLO Inquadramento della…

Continua a leggere...

Le nuove forme di separazione e divorzio

Il seminario esamina le nuove forme di separazione e di divorzio consensuali alla luce del Decreto legge n. 132/2014, che consente di portare fuori dalle aule di giustizia, gli accordi di gestione della crisi familiare. La legge n. 164/2014, di conversione del decreto legge, individua due soluzioni, alternative al deposito del ricorso in tribunale, indicate dall’ art. 6 e dall’ art. 12. A un anno dall’entrata in vigore della riforma, si analizzano le soluzioni e le prassi adottate dai tribunali e i chiarimenti forniti dal Ministero dell’Interno e della Giustizia. A seguito del neo introdotto divorzio breve e della previsione di scioglimento anticipato della comunione legale – con la legge n. 55/2015 – si mettono in luce le conseguenze a…

Continua a leggere...

Crisi bancarie e strumenti di tutela dei risparmiatori

Come difendersi e gestire il contenzioso per: azioni illiquide di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca; obbligazioni subordinate di Banca Marche, Etruria, Carife e Carichieti L’obiettivo del corso è quello di offrire, con taglio pratico, utili strumenti operativi per tutti gli avvocati e i consulenti che affrontano sul campo le questioni più attuali del contenzioso finanziario. Di assoluta attualità sono i casi di Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca, che hanno emesso e venduto al pubblico azioni, che sono state successivamente fortemente svalutate, con perdite ingenti per gli investitori. Altrettanto di estrema attualità è il caso di quattro altre banche italiane (Banca Etruria e Banca Marche nonché Cassa di risparmio di Chieti e di Ferrara), dapprima commissariate e poi…

Continua a leggere...